Aero Club d’Italia (AeCI) verso le elezioni del nuovo presidente

aeci

L’Aero Club d’Italia (AeCI), che tra le altre cose si occupa degli sport d’aria, compreso quindi il FPV Drone Racing, è vicino ad un punto di svolta. Sabato 10 giugno, cioè domani, presso il Salone d’Onore del CONI, al Foro Italico, si terranno infatti le elezioni del nuovo presidente dell’ente che rimarrà in carica nel quadriennio 2017-2021.

Sono due i candidati tra cui si dovrà scegliere. Il primo candidato è l’ex senatore Giuseppe Leoni, da 15 anni ai vertici dell’AeCI e protagonista di discutibili vicende giudiziarie che l’hanno portato anche a una condanna a 3 anni per peculato. Recentemente Leoni è stato sospeso da ogni incarico interno al CONI, di cui l’AeCI fa parte.

Dall’altra parte della barricata c’è Carlo Landi, generale in pensione dell’Aeronautica Militare che in più di 40 anni di servizio ha volato a bordo dei mezzi più moderni della Forza Armata (come Tornado ed Eurofighter, tanto per fare qualche nome). Landi ha preso il comando di diversi settori interni al mondo del volo, come il Reparto Sperimentale Volo di Pratica Mare e il Poligono Sperimentale Interforze di Salto di Quirra. Landi è poi stato direttore generale AeCI ed è a capo del progetto Volare Sicuri e dell’associazione Avio Falcone.

La volontà di candidarsi, ha spiegato lo stesso Landi, nasce dopo aver constatato “le grandi potenzialità del settore dell’aviazione sportiva in Italia”, ma anche “le costanti trascuratezze verso i bisogni degli aeroclub federati su scala locale, primo fra tutti una latitanza da parte proprio dell’Aero Club Italia”.