Agricoltura di precisione: arrivano i droni contro la mosca delle olive

Droni agricoli

Un’iniziativa promossa da un team di ricercatori dell’Università Pablo de Olavide di Siviglia, in collaborazione con il Ministero dell’Economia, dell’Industria e della Competitività iberico, ha fatto nascere una nuova tipologia di drone: il drone che combatte la mosca delle olive.

Si tratta di un progetto interessante perché coinvolge ancora una volta l’ambito agricolo, uno dei più bisognosi di tecnologie moderne, precise ed efficienti; di tecnologie che siano quindi in grado di intervenire laddove la forza umana non può arrivare.

Il drone contro la mosca delle olive, come dice il nome stesso, servirà a combattere questo insetto che da tempo ormai compromette le colture di olive e che gli agricoltori non riescono a fronteggiare come si deve. Il drone coinvolto sarà equipaggiato con delle tecnologie e degli algoritmi ad hoc, nonché con una rete neurale appositamente congegnata in modo tale da permettergli di combattere la diffusione della Bactrocera oleae, meglio conosciuta appunto come mosca delle olive.

I ricercatori sono convinti del fatto che una volta che questo drone, per ora fermo a un progetto sperimentale, diverrà realtà, gli agricoltori si ritroveranno dinanzi a una realtà tutta nuova: a una realtà che non li vedrà più vittime di questo insetto e a un futuro che vedrà i loro campi tutelati sotto ogni punto di vista (dalle minori perdite produttive che oggi sono dovute all’azione dell’insetto, fino alla riduzione dell’impiego dei presidi fitosanitari).