Airobotics, la startup che piace a Microsoft: ecco il suo progetto

airobotics
 

Airobotics è una start up che ha uno scopo molto preciso: realizzare dei droni industriali completamente automatizzati, e quindi anche in grado di ricaricarsi da soli, di raccogliere e consegnare della merce, di gestire le emergenze in volo e quant’altro. Tutto in maniera rigorosamente autonoma.

L’azienda ha annunciato di essere andata avanti in questo suo progetto, e di aver piazzato altri 32.5 milioni di dollari di investimento. Un investimento che naturalmente proviene da tutta una serie di finanziatori tra cui, udite udite, spicca anche Microsoft Ventures!

Grazie a questa iniezione di liquidità, Airobotics può inaugurare la sua nuova divisione “Homeland Securities and Defense” e dare uno slancio al progetto “Airobotics Safe Cities”, che come dice il nome stesso prevede l’impiego di droni in situazioni particolarmente critiche.

“Stiamo continuando a lavorare sulla nostra visione: eliminare il pilota umano e incrementare il valore potenziale dei droni. Questi investimenti ci mettono nelle condizioni di poter andare avanti e di mirare a un’espansione nel settore industriale e in quello della difesa. Il nostro prossimo obiettivo è già chiaro: lanciare dei droni automatizzati nelle città”.

Ran Krauss, CEO e fondatore della start up, appare quindi molto sicuro di sé e del suo progetto. Anche perché dietro c’è pur sempre Microsoft, che fino a prova contraria è un elemento di garanzia per Airobotics.