I droni della Donecle sono stati testati nell’ispezione degli aeromobili

drone donecle

L’utilizzo dei droni per ispezionare gli aeromobili è un’idea presente ormai da diversi anni. Per renderla reale, ci è voluto del tempo, in quanto era prima necessario creare le procedure giuste.

La MRO e alcune compagnie aeree hanno iniziato a testare i droni della Donecle per le ispezioni. Le compagnie partecipanti al progetto sono AFI-KLM, Avianca, Airbus e El Al Israel Airlines. Josselin Bequet, Amministratore delegato e cofondatore della Donecle, ha dichiarato: “I nostri attuali clienti sono essenzialmente in Europa ed in Nord America. Ci sono altri progetti in corso, come quello sui velivoli militari”.

I droni dell’azienda vengono utilizzati principalmente per le ispezioni esterne degli aeromobili, le quali vengono essenzialmente condotte dentro hangar di manutenzione e durante i controlli di routine, soprattutto durante la notte. La Donecle vorrebbe estendere le ispezioni in altre casistiche, come nel caso di possibili danni provocati dai fulmini o dalla grandine. Secondo Bequet, i vantaggi principali di questo approccio sono tre:

Velocità: l’ispezione con un drone richiede meno di un’ora, rispetto alle cinque o sei ore dell’ispezione manuale. Il drone è capace di effettuare più cose, come le ispezioni visive generali, quelle sulla verniciatura e controlli di marcatura normativa.

Efficienza: i droni sono in gradi di accedere facilmente alle superfici superiori dell’aeromobili. In questo modo, sono migliori i controlli visivi, fatti senza moli e altre attrezzature per ispezionare le fusoliere. Inoltre, riducono il carico di lavoro da parte degli ispettori automatizzando l’analisi delle immagini, in modo tale che possano rilevare, annotare e riposizionare automaticamente i danni.

Specificità: l’ispezione tramite i droni offre un’istantanea completa dell’aeromobile. I dati vengono caricati sul cloud, consentendo agli operatori di archiviare i risultati di tutte le ispezioni. Naturalmente, la stabilità dei droni è fondamentale per ottenere immagini precise. Per questo motivo, la Donecle ha sviluppato un sistema di posizionamento laser con sensori di bordo in gradi di “vedere” l’ambiente e posizionare il drone di fronte all’aereo ad una distanza di pochi centimetri.