Icra 2017: arriva la tecnologia che evita lo scontro tra droni in volo

Icra droni

Uno sciame di droni in volo che non si scontrano mai tra loro. Questo è quanto verrà presentato alla Conferenza internazionale di robotica e automazione (Icra) in programma a Singapore dal 29 maggio al 3 giugno 2017. La presentazione dello sciame di droni sarà curata dai ricercatori della Georgia Institute of Technology, che da parecchio tempo ormai lavorano a questo progetto.

L’idea nasce da una constatazione: quella che prende atto di come, tra non molti anni, i cieli saranno sempre più “invasi” dai droni. Quando, in un futuro non tropo lontano, i nostri cieli saranno pieni di velivoli a pilotaggio remoto, ci sarà bisogno appunto di una tecnologia che sia in grado di non farli scontrare tra loro e non creare incidenti anche piuttosto pericolosi (anche perché se i droni cadono al suolo, rischiano di colpire persone, animali e cose, con tutte le conseguenze che ne derivano).

Il coordinatore del progetto, Magnus Egerstedt, proprio di recente ha dichiarato: “E’ impossibile che una persona sia nelle condizioni di controllare dozzine o centinaia di robot nello stesso momento. Ecco perché abbiamo bisogno di macchine che siano in grado di cavarsela da sole”. I droni della Georgia Institute of Technology che voleranno in sciame saranno quindi equipaggiati con appositi algoritmi.

Tali algoritmi serviranno per creare una sorta di raggio attorno ad ogni drone, e questo raggio, a sua volta, servirà proprio per segnalare lo “spazio vitale” del velivolo stesso. In pratica, lo “spazio vitale” permetterà di tenere alla larga altri droni, evitando collisioni e turbolenze d’aria. L’idea, decisamente interessante, verrà comunque approfondita in occasione della conferenza Icra 2017 ormai alle porte! Occhi puntati su Singapore, dunque, che del resto è patria per eccellenza dell’innovazione e dell’avanguardia pura.