In Rwanda nasce il primo aeroporto per droni

aeroporto per droni in rwanda

Il Rwanda è un piccolo stato dell’Africa centrale. Uno stato che per quanto piccolo (e povero) ha comunque avuto la lungimirante iniziativa di costruire un aeroporto per droni. Proprio così: in Africa nascerà il primo vero aeroporto interamente dedicato a questi speciali velivoli! A darne annuncio è stato il presidente del consiglio rwandese Paul Kagame, che ha spiegato come la nascita di un aeroporto per droni è stata voluta per necessità serie, più che per un atto meramente pubblicitario.

Bisogna sapere infatti che in questo Paese il 25% delle morti avviene per malaria, una condizione che sarebbe contrastabile se solo ci fossero sacche di sangue per la trasfusione pronte all’uso. Come se non bastasse, si stima che altre 100mila persone muoiano ogni anno a causa dell’anemia falciforme ancora una volta perché non c’è la possibilità di effettuare trasfusioni. In tutto ciò, i droni potrebbero giocare un ruolo di fondamentale importanza: questi marchingegni potrebbero migliorare il sistema di trasporti rwandese intervenendo laddove i mezzi “classici” non riescono.

In pratica, il governo ha pensato bene di dotarsi di una flotta di droni adibita al trasporto di farmaci e sacche di sangue. L’aeroporto per droni, quindi, servirà per collegare fra loro ben cinque ospedali, anche se l’obiettivo vero e proprio è quello di mettere in comunicazione 45 ospedali e fare almeno 150 consegne giornaliere.

I droni che si occuperanno di questi trasporti speciali diverranno realtà grazie non solo all’impegno del governo locale, ma anche grazie alla collaborazione della startup Zipline (a cui spetterà la progettazione dei droni) e di UPS (importante società americana che si occupa di spedizioni internazionali). Se tutto va come dovrebbe andare, l’aeroporto con la conseguente flotta di droni sarà operativo a pieno regime entro il 2020.