In Uk arrivano i droni per il monitoraggio delle linee elettriche

droni per monitoraggio linee elettriche

Il britannico Times, in un articolo pubblicato verso la fine di maggio, ha parlato di quello che è il nuovo ambito d’uso dei droni: il monitoraggio delle linee elettriche. Sembra infatti che la National Grid, società che ha in gestione l’intera rete elettrica inglese, abbia già formato un team di operatori proprio con l’obiettivo di fargli monitorare le reti elettriche ad alta tensione dell’Inghilterra e del Galles. Un monitoraggio che, a quanto si evince, sarà attivo già da queste settimane.

La società elettrica però ha dichiarato di non voler lasciare che i suoi operatori si occupino da soli della gestione di tutto l’apparato elettrico: la volontà è quella di affiancarli con dei droni, utili per ridurre drasticamente gli alti costi di gestione, per rendere più efficiente il monitoraggio delle linee e per ottimizzare anche i tempi di lavoro. Del resto sarebbe impossibile avere tutto sotto controllo con la sola forza umana, anche perché National Grid ha in gestione più di 4.500 miglia di rete elettrica e 330 sottostazioni.

Per monitorare e gestire le reti elettriche di Inghilterra e Galles, la società utilizzerà dei droni Dji, in particolare gli apparecchi della serie Matrice 200. La scelta su questo tipo di velivoli è ricaduta proprio perché si aveva bisogno di fare affidamento su prodotti versatili e precisi, oltre che economici nell’uso. Gli aeromobili, tra l’altro, saranno equipaggiati con un’attrezzatura adeguata, capace cioè di svolgere perlustrazioni quanto più accurate.

E’ chiaro però che tutto ciò non basta: alla flotta di droni in allestimento se ne aggiungeranno altri ancora, cosicché ci sia la certezza di un maggior controllo della situazione (i velivoli in più dovrebbero servire, ad esempio, al trasporto di attrezzature per la manutenzione).