Incendio alla Grenfell Tower: pompieri aiutati da un drone

drone sulla grenfell tower

I giornali inglesi rivelano che i pompieri di Londra si sono avvalsi dell’aiuto di un drone per verificare la statica della Grenfell Tower, il grattacielo che qualche giorno fa si è incendiato provocando la morte di decine e decine di persone e il ferimento di centinaia di condomini. Il drone è stato fornito dal Kent Fire and Rescue Service alla London Fire Brigade, la squadra di pompieri che opera nella City.

Secondo quanto riporta Newsweek, il drone sarebbe stato impiegato per verificare la statica dell’edificio, pertanto si è rivelato di grande utilità per gestire le operazioni di soccorso e monitoraggio. D’altronde i pompieri londinesi hanno colto l’importanza dei droni già da un po’, visto e considerato che si avvalgono di tali apparecchi sin dal 2015.

Da quel momento in poi gli aeromobili sono divenuti parte integrante dell’equipaggio, ma il loro uso sporadico iniziò già nel 2007, quando il West Midlans Fire Service impiegò un drone per monitorare un enorme incendio avvenuto in un magazzino (in cui tra l’altro morirono quattro vigili del fuoco). Ai tempi i droni utilizzati erano un Aeryon SkyRanger e un Dji Phantom, con tanto di camere GoPro a bordo.

Per quanto riguarda il recente incendio alla Grenfell Tower, invece, non è ancora chiaro quale drone sia stato utilizzato. Stando alle foto diffuse da Newsweek sembra si tratti di un Dji Inspire 2, ma la luce contro del sole, che di fatto mette in ombra l’aeromobile, non aiuta di certo.