Per le consegne ecco il nuovo drone da strada Yape

drone yape
 

Dal momento che ci sono ancora sfide tecniche e legislative da superare per quanto riguarda l’uso diffuso dei droni per la consegna aerea, i modelli a terra possono effettivamente andare oltre queste regole ancora utopistiche ed entrare in servizio in modo frequente. Uno degli ultimi a colpire l’attenzione è lo YAPE auto-bilanciato a due ruote.

Simile nella forma e nella funzione al Gita della Piaggio, YAPE utilizza il GPS, le videocamere e il laser per viaggiare autonomamente lungo le strade della città, evitando ostacoli come buche e pedoni mentre si muove. Inoltre, accede in modalità wireless a vari sensori posizionati nella città, per monitorare aspetti quali la funzionalità di un semaforo e il flusso del traffico.

Gli utenti possono chiamarlo nella posizione specifica in cui si trova tramite un’app. Una volta arrivato, può caricare fino a 70 kg nel suo vano con chiusura a chiave, quindi sempre attraverso l’app potranno specificare l’indirizzo di destinazione. YAPE si muoverà da solo, attraverso i suoi motori elettrici per viaggiare fino a 80 km. Percorrerà principalmente sia marciapiedi che piste ciclabili, muovendosi su di esse ad una velocità massima di 20 km/h.

Una volta raggiunta la destinazione prefissata, il suo vano di carico si sbloccherà soltanto per il destinatario designato, precedentemente registrato dal sistema di consegna YAPE, utilizzando la tecnologia di riconoscimento facciale.

La prima fase dei test su strada è stata completata nella città italiana di Cremona verso la fine dell’anno scorso. YAPE sarà ora esposto al CES di Las Vegas in questo mese gennaio. E il suo nome, nel caso ve lo chiediate, sta per “Your Autonomous Pony Express”.