Voli sospesi per mezz’ora a Dublino causa avvistamento di un drone

Dublino

All’aeroporto di Dublino tutti i voli sono stati sospesi per la presenza di un drone che volteggiava in prossimità delle piste. Siccome non sono stati recuperati i resti del piccolo robot, è probabile che potrebbe tornare. Ad ordinare la sospensione è stata la Irish Aviation Authority dopo che un pilota, durante le operazioni di decollo, aveva avvistato l’UAV. Gli aerei in partenza sono stati fermati, mentre tre voli in arrivo sono stati deviati altrove.

E’ stata immediatamente un’indagine sull’incidente e le agenzie statali restano in allerta su una probabile attività dei droni nell’area. Dopo 30 minuti, appurata l’assenza di altri avvistamenti, i voli sono ripresi. I tre voli attesi in pista sono stati dirottati in altri aeroporti: due a Belfast e uno a Shannon. E’ la prima volta che all’aeroporto di Dublino i voli vengono sospesi per la presenza di droni.

Ormai la capacità tecnologica dei droni è destinata a crescere sempre di più. In più, chiunque può entrare in un negozio ed acquistarne uno per farlo poi volare sopra un aeroporto, magari senza poi incorrere in sanzioni.

Diversamente da quanto accade in altri aeroporti europei, in quello di Dublino non ci sono ancora i mezzi adatti per intercettare ed eventualmente abbattere un drone. Quella di sospendere i voli è stata la scelta più logica da fare, considerando quanto siano aumentati gli incidenti in vari aeroporti del mondo causati da collisioni tra droni e aerei. Una decisione simile a quella presa a Londra presso gli aeroporti di Gatwick e Heathrow lo scorso dicembre.