Wing, da azienda di droni a più piccola compagnia aerea del mondo

wing google

La Wing, filiale di Google, è diventata a tutti gli effetti una compagnia aerea negli Stati Uniti. Da adesso in poi, potrà far cadere dal cielo pacchetti trasportati dai droni.

Se fino a qualche tempo fa Amazon era in vantaggio nella consegna a domicilio di pacchi con i droni, adesso è in ritardo per quanto riguarda la regolamentazione. Insieme ad essa, altre società del settore avevano ottenuto le autorizzazioni per voli di prove e consegne su distanze piuttosto brevi. La Wing le ha battute tutte sul tempo, diventando la compagnia aerea più piccola del mondo.

Il primo step della sperimentazione delle consegne avverrà in Virginia, dove la Wing consegnerà piccoli articoli a due comunità rurali. Le attuali normative su droni impediscono ai droni di sorvolare aree urbane o particolarmente affollate; nonostante questo, la Wing ha la possibilità di effettuare ugualmente consegne e di espandersi in altre zone.

La società, per ottenere l’approvazione da parte della Federal Aviation Administration e dal dipartimento di trasporto degli Stati Uniti, doveva acquisire i requisiti propri di una compagnia aerea, tra cui manuali e corsi di formazione e addestramento.

Il drone che verrà utilizzato dalla Wing è un incrocio tra un elicottero e un velivolo con le ali; può volare ad una velocità relativamente elevata e, raggiunta la destinazione, il pacchetto contenuto al suo interno viene gradualmente abbassato a terra tramite una catena. Naturalmente, il drone resterà sempre sospeso in aria.

L’obiettivo dell’azienda non è solo quello di espandersi negli Stati Uniti ma anche oltre. Ha già ricevuto l’approvazione per effettuare consegne in Australia e ha iniziato a testare in Europa i suoi droni già da qualche mese.